All’età di sedici anni camminando per il centro di Catania una ragazza con una carpettina che raccoglieva le adesioni mi fermò chiedendomi se volessi partecipare ad un concorso di bellezza provinciale, nell’incertezza accettai, ero piccolina e volevo fare l’attrice, non credevo che i concorsi di bellezza centrassero più di tanto. Partecipai e vinsi il primo posto… da lì iniziò tutto, a poco a poco mi chiamarono altri organizzatori, divenni anche la madrina del carnevale di Sicilia ad Acireale e la testimonial della “Settimana della sposa”. Ovviamente non avevo perso di vista il mio obiettivo e cominciai studiare teatro, tentando nel frattempo per ben quattro volte Miss Italia, ma “non mi ha mai accettata”. Pazienza! Risposi tra me e me, ma forse era destino che andasse così. Dopo questa grande delusione, tanti provini, tante promesse mai mantenute e l’impossibilità di trasferirmi a Roma essendo fidanzata da nove anni provai un’altra strada, laurearmi e a trovare un buon lavoro. Proprio in quel momento mi contatta Valentina Spampinato, direttrice del CAMS, dicendomi di provare a partecipare ad Una Ragazza per il Cinema. Ero indecisa ma sapevo benissimo che non sarei MAI stata felice se non avessi provato a realizzare il mio sogno. Così partecipai e vinsi le selezioni arrivando in finale nazionale, cominciando a prepararmi meglio che potevo con insegnante di dizione preparando un monologo da presentare per la serata talento. Ricordo che il primo giorno della finale ero emozionatissima è stato un sogno l’atmosfera era magica tutto così professionale tutto organizzato nei minimi dettagli, ogni giorno conoscevamo ospiti come Federico Moccia, Garrison (il fantastico), il Direttore Riccardo Signoretti, Pablo Gil Cagnè e Rossella Izzo, ricordo che quando la vidi non sapevo cosa fare, trovarmi lei davanti è stato un mix di emozioni. Tutto si svolse meravigliosamente ma anche faticosamente abbiamo lavorato tantissimo fino al giorno della finale dove speravo con tutta me stessa di vincere, purtroppo non vinsi conquistai il terzo posto. Si, sono arrivata terza ma dopo 20 minuti dalla classifica, Rossella Izzo annunciò il mio nome come candidata vincitrice per la prestigiosa borsa di studio, così scoppiai a piangere per me è come se avessi vinto! Ho trascorso sei mesi all’actor’s Planet all’ interno della prestigiosa università Luiss di Roma dove ho avuto il piacere e l’onore di lavorare con alcuni dei migliori artisti del panorama del cinema e del teatro italiano come la dolcissima Fioretta Mari dico sempre maestra non solo di dizione, di teatro ma di vita! Federico Moccia persona umile ed umana come pochi, Stefano Reali un regista simpatico e semplice, Giulio Manfredonia e sua moglie nonché attrice Maria Rosaria Russo loro per me come Rossella sono stati speciali non ho mai visto tanta umiltà, professionalità, amicizia e dolcezza con noi hanno fatto un lavoro meraviglioso si sono dedicati ad uno ad uno a tutti noi cercando di capire qual’era la chiave giusta per ognuno per aiutarci ad interpretare i nostri personaggi in quanto con tutti e tre i registi abbiamo girato un lungometraggio con la loro regia. Mi sono cimentata anche nel doppiaggio con Angelo Maggi (voce di Tom Hanks, del commissario napoletano dei simpson ecc…) e l’energica ed unica Myriam Catania di lei mi ha colpito molto la carica e l’adrenalina che trasmetteva ad ognuno di noi per fare questo mestiere credo che sia un’attrice ed una doppiatrice strepitosa. Poi abbiamo svolto ben due workshop con il regista Fausto Brizzi e il divertentissimo Enrico Brignano e ancora lezione di teatro con il regista Giordano Bruno e ovviamente ho avuto l’onore di lavorare con la stessa Rossella Izzo con cui abbiamo girato ben tre corti e lei è un’insegnante meravigliosa così minuziosa nelle sue cose severa ma calorosa come una mamma con lei ho scoperto alcuni segreti del cinema, nel stare dietro la camera e come muoversi all’interno della stessa. Lei per me al di là di come vada la mia carriera è una persona speciale è bastato guardarla negli occhi recitando il monologo per aver creduto in me e avermi dato UNA possibilità, per me era importantissimo è il regalo più bello della mia vita perché mi ha dato speranza e mi ha fatto ricredere in me.
Vinsi anche due fasce, make-up Cagnè e Kea Atlier. Pablo è stato sempre disponibile ci siam sentiti tante volte ma purtroppo a causa dei mie impegni ed i suoi quest’anno non siamo riusciti ad incontrarci per lavorare insieme, con Carmela ho un rapporto molto bello, lei è la dolcezza fatta a persona mi chiama spesso per i suoi défilé di moda ed io sono sempre felice ed entusiasta di indossare le sue meravigliose creazioni. Ottenendo questi due risultati ho avuto la conferma che una ragazza per il cinema è un concorso che ti da veramente tantissime opportunità.
Con voi sicuramente voglio condividere un evento svolto all’interno dell’actor’s quando a maggio mi sono ritrovata ad affrontare i provini con le varie importanti agenzie che operano nell’ambito cinematografico. Era l’ultimo giorno di provini mancava il provino con Cristiano Cucchini agente di Raoul Bova, Anna Valle, Marco Bocci, Alessandro Gasmann ecc…insomma uno dei migliori se non il migliore, io sono un tipo un pò ansiosa così gia nel vederlo ero terrorizzata aveva un’ aria severa di uno che al primo sguardo capisce se potresti essere un eventuale attore e provinando quasi tutti i miei compagni aveva dato non certo ottimi giudizi anche se in maniera sincera e mai maleducata ma aveva seminato un pò di terrore tra noi…il destino ha voluto che dato la tarda ora i provini per alcuni di noi se non ricordo male 8/9 furono rimandati al giorno dopo. Quella notte io non dormì, volevo cambiare il mio monologo, pensavo a come potermi presentare…la mattina era arrivato il momento, ancor prima di esibirmi vedo che mi fissa e mi dice:” Voglio vedere tu cosa mi porti con questi occhi sembra che vuoi mangiare il mondo” ricordo di non aver mai tremato in vita mia così tanto. Arrivato il mio turno mi dice ancora:” cosa interpreti La Ciociara? Sai che somiglia alla Loren?” io ero strafelice e grata per avermi paragonato alla mia attrice preferita ma ancor di più in ansia perché avevo paura delle sue aspettative. A darmi forza vi era Il regista Giulio Manfredonia che devo dire ha subito creduto in me dal primo momento che mi ha vista, comunque mi esibisco ( un monologo tratto dal film monster) alzo un pò lo sguardo e vedo che Cristiano mi fissa per qualche secondo e poi mi dice:” Ti mancano due cose, la prima è che parli a bassa voce come se avessi paura, la seconda è che ti manca solo un agente” io scoppiai a piangere dalla felicità un agente del genere che pronuncia queste parole non poteva che essere un sogno che si stava man mano materializzando!!! Chiamo subito Daniela Eramo che avrei visto qualche ora dopo alla premiazione e racconto tutto, lei felice per me mi calma dicendomi di proseguire e di non perdere di vista il mio obiettivo. Lei per me in quest’anno ma orami sempre è stata indispensabile mi ha dato tanti consigli, mi ha dato tanta forza mi è stata sempre vicino…senza di lei non sarebbe stato lo stesso oltre ad essere insieme ad Antonio che stimo molto degli ottimi e unici patron, lei è un’amica le voglio molto bene, con la sua semplicità, onestà e umiltà mi ha insegnato tante cose. Comunque dopo cinque giorni circa mi chiamano tre agenzie per dirmi di volermi rappresentare e due giorni dopo il messaggio che tutti gli aspiranti attori desidererebbero, la Cristiano Cucchini management voleva un colloquio con me. Partita per Roma, mi ritrovo davanti Cristiano dove mi illustra la sua agenzia e aveva gia procurato appuntamenti e provini per me, dicendomi che puntava molto su di me anche se dovevo e devo continuare a studiare, il 26 maggio firmo un contratto con lui…ecco voglio condividere questa immensa felicità e soddisfazione, anche se non basta so che tutto dipende anche da me.
A tutte le ragazze consiglio di mettersi in gioco di credere in se stessi e di convincere i giurati con l’essere preparati al meglio, la bellezza conta ma non è tutto e questo concorso, consiglio di vivere quest’esperienza con spensieratezza ma non troppo è un concorso che da tantissime opportunità.Lavorate su voi stessi e cercate di trasmettere la voglia di realizzare i vostri sogni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *