È Anna Claudia Celi ad aggiudicarsi la prima tappa della 29^ edizione di “Una Ragazza per il Cinema – Calabria”, giovedì 1 giugno. La bella 17enne, dopo aver onorato il nome della Calabria, lo scorso settembre, alla finale nazionale in Sicilia, portando a casa una fascia tra ben centodue finaliste, si conferma al debutto della kermesse (il regolamento, infatti, contempla la possibilità di potersi ricandidare). Undici giovani modelle, preparate dall’hair stylist Rosaria Trapasso e dal suo staff; una giuria variegata e competente; ospiti d’eccezione; tanta musica e delizie per il palato e qualche simpatico fuoriprogramma: è stato un pomeriggio ricco di sorprese, presso il centro commerciale “Le Fornaci” di Catanzaro. La manifestazione ha visto un lavoro di mesi, in anticamera, sotto la regia del direttore artistico, Giada Falcone (a capo, inoltre, dell’agenzia di moda e spettacolo “A pois”) e dell’agente regionale Luigi Conforto (presidente dell’associazione “Kimera” onlus, che ha curato l’organizzazione). A condurre, il noto volto televisivo, Simona Palaia, con RTC Telecalabria media partner e la straordinaria voce di Raffaella Capria della scuola “Do Maggiore Academy” da lei presieduta: non è stata casuale, la scelta di dare il via al concorso proprio a “Le Fornaci”, al fine di contribuire al rilancio di quello che, un tempo, era il principale polo commerciale della città. Diana Mantovani, quindici anni da Catanzaro; Iulia Harabagiu, diciassette anni da Isca Marina; le cosentine Chiara Felice, (sedici anni), Marta Mazzuca, Rachele Rovito (entrambe 17enni) e Chiara Scarcello (sedici anni); Giada Forte, ventidue anni e Anna Claudia Celi, diciassette, da Montepaone; Giorgia Critelli, sedici anni da Catanzaro (anche per lei si è trattato di un ritorno); Giulia Saggio, sedici anni da Soverato; Cristina Ciancio, ventun’anni da Cosenza: belle, eleganti ed effervescenti, le ragazze hanno sfilato al cospetto di una giuria attenta e scrupolosa e, perché no, esigente, presieduta dal celebre make up artist calabrese, Roberto Aloisio, che ha dispensato preziosi suggerimenti alle modelle, in virtù di numerose collaborazioni con produzioni televisive e cinematografiche nazionali. A completare il tavolo dei giurati (giunti ad un responso al termine di un lungo dibattito, prima di proclamare la vincitrice), Aldo Gentile, dell’omonima boutique; il geometra Giuseppe Corapi (in rappresentanza dell’Impresa srl F.lli Corapi Costruzioni Generali); il presidente del marchio “VL3 Sport”, Vincenzo Lamenza ed il direttore commerciale vendite, Girolamo Mesiti; Bruno Sodaro, giornalista de “Il Quotidiano del Sud”; Tina De Nardo, coiffeur; Adele Mezzatesta, del centro estetico “Kriade”; la cantante Raffaella Capria che, tra l’altro, ha impreziosito il pomeriggio, esibendosi, con le musiche offerte dal responsabile tecnico audio/video, Francesco Canino.  Nel mentre vi era la possibilità di degustare i prodotti predisposti dagli stand, adibiti per l’occasione, “U furnaru” di Catanzaro e “L’amaro del peccato”, di Belcastro, la sfilata si è articolata in tre uscite: durante la prima, in costume da mare, le ragazze hanno sfoggiato i gioielli “Tscic” di Teresa Ciccarello, per poi fare ritorno in tenuta sportiva, indossando i capi firmati “VL3 Sport” e, infine, concludere la sfilata con gli eleganti abiti da sera, griffati Aldo Gentile Boutique. Ad intervallare le uscite, la vera chicca dell’evento: la presenza del maestro Israel Pichardo, insegnante di balli latino – americani e caraibici, dominicano d’origine e calabrese d’adozione, che ha trascinato il pubblico a ritmo di bachata, con l’allieva Dafne Riccelli.  Trionfa, dunque, Anna Claudia Celi, incoronata dal presidente di giuria, Roberto Aloisio, seguita da Giulia Saggio e Giorgia Critelli (seconda e terza classificata, premiate da Maria Pia Montesano, della “MM Style Design”), prima delle foto di rito.

FONTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *